Benvenuti nel sito ufficiale di informazione turistica della Provincia di PiacenzaScudo Piacenza

LA COPPA PIACENTINA DOP

Descrizione

La zona di produzione della COPPA PIACENTINA DOP, comprende il territorio della provincia di Piacenza fino a 900 metri slm, le cui caratteristiche climatiche e territoriali sono fondamentali per ottenere l'inconfondibile gusto che l'ha resa famosa in tutto il mondo.
I suini devono essere nati, allevati e macellati solo nelle regioni Lombardia ed Emilia-Romagna. Tracce della presenza di suini in quest'area si trovano fin dal Neolitico e ossa di maiale sono state rinvenute tra le suppellettili preistoriche.
Di antica tradizione la coppa deve il suo nome alla parte del maiale da cui è ricavata, ossia la regione cervicale del suino. E' costituita prevalentemente da carne magra con striature di grasso. La fase di stagionatura, in ambienti con temperatura compresa tra i 10° e 20 ° C e umidità relativa tra il 70 e il 90%, dura da sei mesi ad oltre un anno, a seconda del peso del prodotto. Al taglio la fetta è uniforme, compatta e omogenea, di colore rosso vivo inframezzato al bianco rosato delle parti grasse. Il profumo ed il sapore sono delicati di carne stagionata, con un leggero aroma speziato.

Zona tipica di produzione
provincia di Piacenza
Aziende
tel. +39.0523.591260 Consorzio Salumi Tipici Piacentini
Origini storiche
Le prime tracce di maiali allevati nel piacentino ci conducono addirittura ad un millennio prima dell'era cristiana e se ne hanno testimonianze anche in epoca romana.
Tecniche tipiche

Nonostante il trascorrere del tempo ed i progressi della tecnologia, le tecniche utilizzate per la produzione di un buon salume piacentino - non solo a livello artigiano, ma anche a quello industriale - rimangono legate ai metodi tradizionali.

La lavorazione della Coppa segue quattro fasi:

1) la materia prima è messa a contatto con una miscela di sale e spezie accuratamente dosate;
2) dopo una sosta al freddo, utile per far penetrare uniformemente nella carne il sale e gli aromi, il prodotto viene massaggiato e
avvolto nel caratteristico involucro detto “pelle di sugna”, di suino naturale;
3) quindi, il prodotto viene legato e posto ad asciugare in appositi locali per un periodo di 10-15 giorni;
4) per finire, si passa alla fase di stagionatura che durerà almeno sei mesi.

Ufficio informazioni turistiche di riferimento
Data di aggiornamento
Martedì, 06 Marzo 2018
Informazioni a cura dei Servizi di Informazione e Accoglienza Turistica dei Comuni di Bobbio, Borgonovo V.T., Castell'Arquato, Piacenza e Vigolzone