Benvenuti nel sito ufficiale di informazione turistica della Provincia di PiacenzaScudo Piacenza

TRAVO

Descrizione

Luogo di insediamenti pre-romani, come dimostrerebbero le iscrizioni dedicate alla dea Minerva Cabardiacense, forse risalenti ad un antico culto celtico, fu poi colonizzato dai Romani e vi trovò il martirio S.Antonino, patrono di Piacenza. Fu abitata fin dal paleolitico, come testimoniano gli scavi, iniziati nel 1995 in località Sant'Andrea ora visitabili nel Parco Archeologico Villaggio Neolitico di S. Andrea

Le attività prevalenti del territorio sono la viticoltura (Trebbianino Doc) ed il turismo. Il centro storico si trova alla sinistra del fiume Trebbia, in riva al quale vi è il Castello degli Anguissola, dal 1978 proprietà comunale.

All'estremità sud-ovest del suo territorio si trova il monte noto come Pietra Parcellara. Ofiolite di serpentino nero, pur se non particolarmente alto (836 m) domina le colline circostanti, da cui sporge bruscamente staccandosi per morfologia, colore e imponenza. Permette, dalla sua cima, una visione panoramica della val Trebbia e delle zone limitrofe. Di notevole interesse anche il monte noto come Pietra Perduca (659 m), anch'esso di caratteristico ofiolite serpentino. Il luogo, un tempo dedito al culto celtico-ligure del dio Pan, fu un'antica cella monastica che vede la presenza dell'antica Chiesa di Sant'Anna, sorta nel X secolo. 

Altitudine
176
Popolazione ab.:
2.034
Telefono
+39.0523.950113 pubblico - +39.0523.962815 (IAT Bobbio)
Ufficio informazioni turistiche di riferimento
Data di aggiornamento
16 Giugno 2017
Informazioni a cura dei Servizi di Informazione e Accoglienza Turistica dei Comuni di Bobbio, Borgonovo V.T., Castell'Arquato, Piacenza e Vigolzone