Benvenuti nel sito ufficiale di informazione turistica della Provincia di PiacenzaScudo Piacenza

TREBBIA A CALENDASCO

Descrizione
Il fiume Trebbia nasce dai monti liguri ad una trentina di Km da Genova e confluisce nel Po dopo circa 110 Km di percorso, attraversando l'intera provincia di Piacenza. Per la purezza delle sue acque, in particolare nel tratto più alto, d'estate è affollato di bagnanti e costituisce una rinomata "palestra" per canoisti provenienti da tutta Europa. La parte alta della valle segnata da questo fiume è caratterizzata da monti elevati con caratteristiche alpine, circondati da pascoli e boschi (castagneti, querceti, pinete ecc.) in cui, nella giusta stagione, non mancano ricercati funghi. A coronamento di tutto ciò e di immediata percezione spicca una spettacolarità paesaggistica che non trova facili paragoni in altri corsi d'acqua del nostro paese. Dalle sorgenti alla foce, la Trebbia riceve numerosi affluenti; il più importante di essi è l'Aveto (che nasce dal monte Caucaso), seguito dai torrenti Boreca, Brugneto, Cassingheno, Bobbio, Dorba e Perino.
Nel territorio di Calendasco, in località Cotrebbia, il fiume Trebbia percorre i suoi ultimi kilometri per poi sfociare nel fiume Po.

In questo tratto del Trebbia esisteva un guado che venne utilizzato nel 990 da Sigerico, arcivescovo di Canterbury, di ritorno da Roma, dove aveva ricevuto l'investitura da papa Giovanni XV (è noto per il cosiddetto Itinerario di Sigerico, dove sono annotate le 80 tappe di quella che fu in seguito nota come Via Francigena).
Di recente la sponda di Calendasco è stata oggetto di un intervento di rinaturazione, con rimozione di superfici pavimentate e impianti di salici, olivello spinoso e altre piante tipiche dell'ambiente fluviale.
Ufficio informazioni turistiche di riferimento
Data di aggiornamento
Martedì, 02 Aprile 2019
Informazioni a cura dei Servizi di Informazione e Accoglienza Turistica dei Comuni di Bobbio, Borgonovo V.T., Castell'Arquato, Piacenza e Vigolzone