Benvenuti nel sito ufficiale di informazione turistica della Provincia di PiacenzaScudo Piacenza

PARCO RAGGIO

Piazza Re Amato
Descrizione
Il Parco si trova al centro di Pontenure fra la via Emilia e la Stazione ferroviaria e si estende attorno a Villa Raggio. Questa villa, denominata in origine "Villa Fortunata”, fu fatta edificare da Armando Raggio, appartenente alla buona borghesia ligure, tra il 1882 e il 1885, su progetto del genovese Luigi Rovelli. E' circondata da un vasto parco (circa 42.000 metri quadrati) caratterizzato dalla grande ricchezza di particolari essenze vegetali, che ne fanno un bell'esempio di quello che viene definito "giardino d'importazione" di tipo mediterraneo.
 
Il parco di Villa Raggio, come si manifesta nell'attuale struttura, nasce attorno al 1888 circa. Alla fine degli anni Ottanta il Comune di Pontenure acquista sia la villa che il parco. Gli interventi di abbellimento e di manutenzione degli anni successivi lasciano la struttura del parco pressoché invariata, che si conserva, salvo modifiche di poca importanza e la scomparsa di presenze arboree di età centenaria, fino ad oggi fedele al progetto originario. Due viali alberati perimetrali ed uno centrale dividono l'area del Parco in ampi settori, all'interno dei quali sono dislocate in modo ordinato e per gruppi omogenei piante arboree che portano a Pontenure una realtà paesaggistica e scenografica ispirate a principi informatori del ''Giardino romantico''.
Il Parco contiene complessivamente circa 750 piante.
In questo Parco durante la bella stagione si svolgono numerose iniziative, come manifestazioni musicali, teatrali e cinematografiche (da ricordare il "Concorto Film Festival").
 
Nel vasto parco fu costruita una serra in cemento, ghisa e vetro e, al suo interno, il passaggio coperto che collega le due ali della struttura viene adibito a teatro, dando vita a un luogo di spettacolo unico nel suo genere, un ibrido tra spazio scenico e orto botanico. Una modanatura curvilinea separa le due aree di copertura: in ferro la platea, in tegole il palcoscenico.
Dopo esser rimasto a lungo inagibile, tanto da essere inserito nella lista dei teatri italiani “negati”, è stato riportato in vita dall’associazione culturale “Crisalidi” a cui il Comune di Pontenure lo ha affidato dopo avere acquisito villa e parco. Il nome attuale, “Teatro Serra”, riprende il doppio utilizzo delle origini: luogo di rappresentazioni in cui nutrire l’anima e giardino d’inverno dove riparare piante esotiche.
Qui, dove si dice che Eleonora Duse abbia messo in scena “La signora delle camelie”, ogni anno si svolge il “Festival 50+1”, una rassegna di teatro contemporaneo che prevede la partecipazione di un recitante e cinquanta spettatori, tanti quanti sono i posti che lo spazio può contenere.
Telefono
Comune di Pontenure tel. +39.0523.511445
Orario Feriale
Dalle 08.00 fino al tramonto a seconda della stagione (dalle 19.00 alle 21.00).
Orario Festivo
Dalle 08.00 fino al tramonto a seconda della stagione (dalle 19.00 alle 21.00).
Periodi di apertura
Annuale
Tariffa d'ingresso
Gratuito
Come arrivare
Piccolo parcheggio davanti all'entrata del parco, fermata autobus nelle vicinanze, accessibile a disabili.
Ufficio informazioni turistiche di riferimento
Data di aggiornamento
Mercoledì, 05 Settembre 2018
Informazioni a cura dei Servizi di Informazione e Accoglienza Turistica dei Comuni di Bobbio, Borgonovo V.T., Castell'Arquato, Piacenza e Vigolzone